Oro falso: 5 metodi per riconoscerlo

Pubblicato giovedì 29 ottobre 2015 in Consigli, News

Partiamo con un luogo comune? Non è tutto oro quel che luccica. Ce ne rendiamo conto soprattutto quando portiamo il nostro gioiello al Compro Oro, per avere indietro i contanti, oppure un altro gioiello, e invece ci viene detto che quell’oro è falso. Brutta sorpresa, eh? Ma come possiamo imparare a riconoscere l’oro falso da quello vero, o almeno ad avere dei fondati sospetti, prima di arrivare in gioelleria?

come riconoscere oro falsoOggi vi forniamo una piccola guida utile a riconoscere l’oro falso. Naturalmente l’ultima parola spetta sempre all’esperto, ma seguendo questi 5 consigli potrete cominciare a farvi un’idea dell’autenticità del vostro oro, o smascherare le truffe più pacchiane.

Cominciamo, dunque: ecco i nostri 5 metodi per riconoscere l’oro falso.

riconoscere oro vero

1. Osservate attentamente il gioiello/l’oro

Per scoprire se il gioiello che avete in mano è soltanto ricoperto d’oro, controllate se ci sono differenze di colore da un capo all’altro, o se sui bordi l’oro sembra venire via. I gioielli in oro vero, poi, hanno scritte o segni ufficiali che ne identificano la purezza. 18k, 24k, oppure i millesimi: 1-999 o 0,1-0,999. Tuttavia, queste incisioni possono essere state cancellate dal tempo e dall’usura; inoltre, alcuni falsi riportano le stesse scritte. Questo metodo è dunque un buon punto di partenza, ma non basta.

 

2. Mordete il gioiello

Ce li ricordiamo tutti i vecchi film in cui il cercatore d’oro morde la moneta per scoprire se è falsa, vero? Non è un’invenzione holliwoodiana, ma un metodo funzionante. Se è oro vero, rimarranno delle tacche. Altrimenti, potete riporre il gioiello tra la bigiotteria. Se però non volete rovinare lui  o i vostri denti, portateci direttamente il gioiello; lo staff di Oro in Rosa saprà consigliarvi al meglio.

 

oro falso calamita

3. Avvicinate una calamita

Trovate il magnete più forte che avete e avvicinatelo al presunto oro. Se ne viene attirato, è oro falso. Il fatto che rimanga al suo posto, però, non significa necessariamente che l’oro sia vero: possono essere stati usati materiali diamagnetici (cioè non magnetici) per confondervi le idee.

 

 

4. Strofinate l’oro sulla ceramica

Strofinate il gioiello o l’oro su un comune piatto di ceramica. L’oro vero lascia una scia dorata, mentre quello falso traccia una scia nera. In questo modo, però, è probabile che il gioiello si rovini. Se volete evitarlo, chiedete il parere dei nostri esperti.

 

5. Acido nitrico e prova della densità

oro falso densitaAltri due metodi conosciuti per scoprire se ciò che avete tra le mani è oro falso sono la prova dell’acido nitrico e quella della densità. Ci sentiamo di sconsigliarli entrambi, però, per diversi motivi. Il primo metodo, quello dell’acido nitrico, è piuttosto pericoloso: occorre infatti far cadere una goccia di acido sul gioiello, e osservarne la reazione. Il secondo metodo, la prova della densità, non è invece pericoloso, ma solo complicato: bisogna pesare precisamente l’oro, immergerlo in acqua e misurarne la densità tramite la formula p=m/V (densità=massa/volume). Se volete risparmiarvi la fatica o il rischio di usare l’acido, passate in negozio: analizzeremo noi il vostro oro e scopriremo se è vero o falso.

 

Questi erano i nostri 5 consigli per riconoscere l’oro falso. In realtà, c’è un metodo molto più comodo e sicuramente infallibile, per scoprire la verità: portatelo da noi! I nostri occhi esperti e la nostra lunga attività nel settore vi daranno una risposta certa. Scegliete la filiale Oro in Rosa più vicina a voi (via Fioravanti 57 0 via San Donato 79/c), ci vediamo in negozio!